Photo: virginia

03/07/08

annunciazione annunciazione

ma tu ti kiedi mai chissà dove sarai, cosa farai, con chi...
si spesso..................... io vorrei diventare un grande artista tresh, che dipinge in uno stabilimento enorme,alto con tutti vetri intorno che entra luce naturale, con un telaio fisso alto 5 metri e largo 15, una donna che pensa a tutto il resto, perche senza una donna sei spacciato, e poi .....................................
ah
una donna che sappia fare i dolci che nn rompe e sappia anche educare i bambini, sono molto semplice come vedi
e si
una vita normale niente di più e niente di meno
semplicissimo... sei proprio un uomo!!!!!
ti dico io cosa vorrei allora
vai
vorrei un loft ad un piano non altissimo di brooklyn, sotto il manhattan bridge (perke almeno poi vedi il brooklyn bridge dalla finestra). il loft deve essere enorme, e ci devo spargere le mie foto ovunque a caso, senza criterio. vorrei avere abbastanza soldi per viaggiare senza chiedere a nessuno di aiutarmi, ma non troppi soldi... cioè ogni tanto qlke rinuncia la voglio fare se no sarebbe
troppo semplice
voglio cmnqe fare un altro lavoro ma di tanto in tanto
voglio 5 figli
e un solo uomo
ma solo mio
tutto mio
che mi amiiiiiiiiiiiiiiiii tantooooooooooooo
ma che non mi accontenti in tutto
e voglio far nascere i miei figli a Napoli
e basta credo
niente proprio, brava ti ci vorrebbe babbo natale e la befana insieme
ma dai, i sogni devono essere cosi
poi a parte l'uomo ke mi ami tanto... il resto
non dovrebbe essere difficile

Con Gigio finiva sempre così. Ci mettevamo a sognare, a fantasticare e ci entusiasmavamo come dei bambini che credono davvero nelle favole che ascoltano. I sogni ti danno forza, anche se rimangono sogni. Io non so se ho fatto un passo verso i miei sogni ma sicuramente, con una buona dose di incoscienza ma tanta chiarezza, ho fatto un passo verso me stessa. Mi sono ripresa un po’ della vita che stavo perdendo. Insomma rifaccio le valigie verso un dove che ancora non conosco, che ancora non c'è, ma che già mi piace. Ieri la mia ultima fiera. Ora la confusione è tanta, la voglia immediata è quella di staccare l’interruttore, rimanere al buio e in silenzio. Ma dovrò un po' arrangiarmi, non trovo interruttori qui.

2 commenti:

injenier al buio ha detto...

Ormai io al buio ci rimango ogni sera per evitare di attirare le zanzare. Ceno con la candelina Ikea e un lampadina a risparmio energetico. E' bello, anche se detto così mi accorgo che mette un po' di tristezza. In bocca al lupo cara Vi

Anonimo ha detto...

pensa che quando ero piccola speravo sempre mancasse la luce all'ora di cena perchè così mia madre accendeva le candele.. era troppo bello... grazie caro federico!