Photo: virginia

25/01/10

rosaria

che bella che e' mia nonna. le hanno messo il computer davanti e ci siamo viste. sei sempre uguale, mi ha detto. mi sorrideva, era contenta come una bimba. a volte penso, non so cosa darei per riportarle le persone che ha amato, le persone che affollano i suoi racconti malinconici, nostalgici. quell'amica con la quale si affacciava al balcone per parlare dei ragazzi, quel ragazzo che la guardava ogni volta che lei si affacciava. mio nonno con il quale divideva l'aria, con il quale si rispettava, si divertiva, si proteggeva. si amava. oddio quanta energia mi hanno dato insieme e quanti sorrisi. e quanti vorrei dargliene io ora. ma non ci riesco, sono più forti i dolori, i dispiaceri, la noia, la tristezza. domani ancora una prova per lei, ancora un ospedale. e allora nonna ti bacio e ti abbraccio, e ti prendo per mano come facevi sempre tu quando eravamo in pericolo.

4 commenti:

io ha detto...

avrei preferito non commentare questo tuo scritto, personale e ammirevole, ma non facendolo non avresti saputo (e potrebbe essere stato uguale) che pensavo queste cose.

nino p. ha detto...

solo un sorriso ^^____^^

DindoloM ha detto...

Ehi, sono tornata... passa da DindoloM se ti va... e complimenti, come sempre, per i magnifici post.

vi ha detto...

belli e delicati i vostri messaggi. grazie