Photo: virginia

11/03/08

questione di calore


la primavera a volte è così. ne senti l'odore, il sapore, intravedi i colori... e inevitabilmente tu pensi all'estate, al sole e poi... d'improvviso, il gelo. un brivido ti fa capire che era una finta, che quel sole in realtà non era lì per te. e allora sei spiazzata, non sai che dire, riprendi le coperte e ti sembra di sentire più freddo di quando è stato inverno. speri che ritorni. ma cerchi di convincerti che è ancora inverno. però speri. ma è inverno. però forse. invece no.
foto di Luigi Ghirri

8 commenti:

Alessio ha detto...

e già. anche io avevo scritto un post sul piacere di andare in moto quando l'aria si stempera...e il giorno dopo c'è stata una caduta di 10 gradi. e pazienza. d'altronde la pioggia di questi giorni è provvidenziale, visto che ai piani alti anche st'anno hanno tenuto i rubinetti piuttosto serrati! ciao

Pyperita ha detto...

Ma la primavera è così. Siamo noi che la vorremmo differente.

io ha detto...

e sì, cari miei... poi le stagioni interiori sono ancora peggio...

Anonimo ha detto...

Ciao Vi... ti leggo anche dalla Corea,...un abbraccio...dai...che l'estate arriva...anche per quelle stagioni....!!!

vi ha detto...

hai ragione simo... basta essere pazienti e volerlo... un bacio lì giù!!!

Anonimo ha detto...

un altro post sul tempo, si si. siamo in un ascensore?

io ha detto...

speriamo che si fermi st'ascensore!!!

elversoaquel ha detto...

tra una steperata e l'altra, il dubbio tra primavera e inverno, un piumone e una copertina io me so' riammalato, porc...