Photo: virginia

22/08/07

back in Italy

A trestina hanno costruito un'altra rotonda. A Trestina ci saranno 200 abitanti, anzi 199 considerando che io non vivo qui, eppure si divertono a costruire rotonde. Perugia in questo periodo è sempre bella, spoglia di studenti e piena di turisti in caccia d'arte. Stamane dopo più di un anno mi sono concessa una passeggiata per corso vannucci e cornetto e caffè al caffè morlacchi, il caffè della mia vita universitaria. Cornetto ottimo devo dire. Nel treno fcu, tornando a casa, ho aperto dopo un mese la repubblica. Dopo aver saltato le prime pagine di politica perchè no, la lega con le sue stronzate estive, proprio no, non ce la posso fare, ho cercato le prime notizie, si le notizie quelle vere. Alla sesta pagina nozze briatore gregoracci con tanto di testimoni autorevoli, berlusca fede. La repubblica è il maggior quotidiano nazionale - dopo la gazzetta, ovviamente, e questa anche ne dice abbastanza - e mi sono detta, cazzo - scusate ma mi è proprio venuta così - da qualche parte qualcosa deve pur esserci, o vuol dire che il mondo sta rinsavendo e stiamo vivendo tutti felici e contenti e non possiamo che parlare della gregoracci briatore e company? alla venticinquesima pagina circa in un piccolissimo trafiletto - 15 righe? - la camorra che detiene il monopolio dei cimiteri campani. Così accennato. Tanto cosa ci importa. A noi interessa sapere i vari bossi come si svegliano la mattina e i vari berlusconi a chi fanno da testimone di nozze. Viva l'Italia, dunque.

6 commenti:

Pyperita ha detto...

Bentornata. Brusco risveglio vero?

g ha detto...

incontestabile, miss ascione. chissà da dove vengono, esattamente, i cornetti del morlacchi

miss ascione ha detto...

di solito non mi faccio domande sulla provenienza delle cose buone... però parliamone pure. Al morlacchi ho mangiato, anni orsono, il primo cornetto all'amarena. una goduria. mica come i cornetti che seppur con tanto amore infornavo io insonnolita al loop...

Anonimo ha detto...

un buon cornetto è quanto di più prezioso si possa trovare in una città prima delle undici del mattino. tanto che mi sono ripromesso di provare a concedermene uno almeno una volta a settimana per le mie colazioni romane. il dramma sarà scendere in strada un minuto dopo il risveglio cogli occhi ancora gonfi di sonno. aggiornerò l'intera comunità bloggara sugli sviluppi del mio proposito

Federico ha detto...

bentornta cara Vi! Il cornetto è bello, gonfio e dorato, lo prendi lo paghi quanto è giusto per tutto quel lavoro artigianale e sei felice sai che torni a casa e col tuo caffè la giornata inizia bene. Aspetto le novità sulle imprese mattiniere di Gozzi

caféconleche ha detto...

già. con un buon cornetto vuoto, sfornato da un po' quando non è ancora freddo ma non più bollente... e un bel caffè almeno sai di aver fatto tanto per cominciare bene. il cornetto all'amarena però è da mangiare, al morlacchi. l'amarena non è dentro è nella pasta!!